_MG_95931010CARUSI IMMENSO A MISANO: POLE, GIRO VELOCE E VITTORIA SCHIACCIANTE

 Prima vittoria assoluta per Marco Carusi al Misano World Circuit Marco Simoncelli al terzo round del Campionato Italiano Velocità Supersport 300. Poleman, autore del giro veloce e dominatore assoluto in una gara in solitaria, a traguardo con ben 13.139 sec di distacco dagli avversari. In campionato, l’asso imolese, schizza in quarta posizione a -19 dal leader. Strategia più che efficace che consegna al GP Project ben tre trofei nell’arco di una giornata. GP Project che si è affacciato a questo weekend di gara più competitivo e carico che mai, determinato ad ottenere risultati importanti per i suoi alfieri in pista. La pole position provvisoria segnata nella giornata di venerdì, dallo stesso Carusi, ha fatto ben sperare al Team di Alessio Altai di poter conquistare il primo successo stagionale, e così è stato. Grandi speranze erano riposte anche sull’altro talento azzurro Nicola Bernabè, terzo in griglia, scivolato al secondo giro di gara fortunatamente senza conseguenze. Uno zero che si fa sentire in campionato, ma che è ampiamente recuperabile nel secondo round in programma domani alle ore 12:35. In diciottesima posizione Lorenzo Fortini, autore di una gara in rimonta dalla trentesima posizione. La gara di domani sarà nuovamente trasmessa in diretta su AutomotoTV (canale 148 di Sky) e in live streaming su Sportube.tv.

Marco Carusi: “Innanzitutto dedico questa vittoria a Mazzola che si è fatto male nella giornata di ieri e spero che si rimetta presto. Questo successo lo dedico anche alla mia famiglia, agli sponsor e al team che mi ha fornito una moto competitiva su cui poter esprimere al meglio il mio potenziale. In gara ho cercato di andare via da subito come avevo già in mente, e questa strategia ha portato bene. Sapevo di poter fare il ritmo e ho girato quasi due secondi più veloce dagli avversari, segnando il giro veloce della gara. Dopo la pole confermata ce lo aspettavamo di lottare per la vittoria e ci siamo riusciti. Domani punto a ripetermi.”

Nicola Bernabé: “Peccato per la caduta. Sono caduto da solo e sono stato preso di sfuggita da una moto che mi è arrivata dietro. Siamo caduti in molti in quel punto. Ero partito male e stavo recuperando, ma stare nel gruppetto degli inseguitori non è bello perché è facile avere dei contatti ed una bagarre aggressiva che non ti permette di recuperare su chi sta allungando. Domani spero di partire meglio e di stare col mio compagno di squadra Carusi per fare una gara insieme.”

Lorenzo Fortini: “Ho fatto un paio di modifiche per la gara che si sono verificate positive perché il feeling con la moto è migliorato. Dopo un paio di giri per prendere il ritmo, sono caduti dei piloti davanti a me che mi hanno fatto perdere posizioni, ma poi sono riuscito a recuperare. Domani spero che sia o tutta asciutta o tutta bagnata perché queste condizioni incerte non sono molto favorevoli. L’obiettivo sarà la Top 15.”